Aryal

Il Diario della Gitana - GDR Extremelot
To bottom ↓
To top ↑
RSS subscribe

my-diary.org tip jar

2017-02-17 04:25:17 (UTC)

La Sala delle Torture

Ciò che oggi è la Corte dei Miracoli, un tempo era un Tempio Drowish.
O qualcosa del genere.
Perciò abbiamo anche una Sala delle Torture.
Io la conosco bene.
Quelle mura hanno conosciute le mie urla ed il mio sangue.
Hanno conosciuto il sangue delle mie figlie, delle persone che amavo.
Perciò, da quando ci siamo stabiliti qui, non ci ho mai messo piede.

Quello è il regno del Principe, il Boia: Melville.
Il mio è la Sala delle Danze.

Oggi, tornando da un "nostro" bagno, abbiamo sentito delle voci provenire dalla Sala.
Melville ha voluto indagare.
E' venuto fuori che Tabacco e Adrian stavano tranquillamente conversando laddove una volta c'erano solo dolore e morte.
Adrian deve essersi unito a qualche Gilda o qualche setta.
Ha dei poteri magici adesso.
Gli ho chiesto di starsene alla larga da me.

Ma quando ho cercato di andare via, senza nemmeno mettere piede all'interno, Melville mi ha tirata a sé.
Prima mi ha dato della deficiente, poi mi ha promesso che finché ci sarà lui in vita nessuno mi toccherà.
Mai più.

Ecco perché funzioniamo:
Ci odiamo e vogliamo bene allo stesso tempo.
Ci punzecchiamo e proteggiamo a vicenda.

E' bello, bello davvero.
Anche se la Sala delle Torture continua a non piacermi.

Ah, Adrian mi ha fatto giurare di mantenere il segreto.
Gli ho detto di avere "le labbra cucite".
Penso che nessuno abbia mai riso così tanto come quei tre....
E avevano pure ragione!

Profile