Aryal

Il Diario della Gitana - GDR Extremelot
To bottom ↓
To top ↑
RSS subscribe

my-diary.org tip jar

2017-02-14 03:37:13 (UTC)

Un Ritratto per i Drow

Ricordo che mio padre mi insegnò a disegnare.
Diceva che riuscire a riflettere la realtà che ci circonda su una pergamena è una delle più alte forme di arte a cui un essere vivente possa aspirare.
E io lo ascoltavo. E imparavo.
Divenni abbastanza brava, tanto da riuscire a disegnare paesaggi, ritrarre le persone che vedevo da lontano, dalla finestra della mia camera.

Ma quando fuggii da Siannha, il mio villaggio natio, smisi di disegnare.
Mio padre era stato ucciso a causa della mia natura umana e ogni volta che prendevo in mano un carboncino mi sembrava di poterlo ancora sentire urlare sotto i colpi dei soldati.

E' stato così anche stavolta, quando mi hanno chiesto di redigere un ritratto.
Il ritratto di uno Jaluk.
Ignoro chi sia, ignoro a cosa serva.
Eseguo e basta.

Mi hanno concesso di risalire in superficie, di avere una candela e le mani libere per qualche ora.
E' già molto più di quello che normalmente mi spetta.

Ho disegnato, ripensando a mio padre.
E per una volta il suo pensiero non mi ha fatto poi così male.
E' morto con onore, nonostante tutto, proteggendo ciò che più amava:
Me.

Profile